Michel Arrignon

                                                  English Version

Concerto giovedì 12 aprile

Michel Arrignon clarinetto Alberto Magagni pianoforte

Musiche di C. Saint-Saëns, I. Stravinsky, F. Poulenc

Auditorium 21:00

 


 Michel Arrignon è entrato al Conservatorio Nazionale Superiore di Musica di Parigi all'età di 16 anni ed ha ottenuto il primo premio di clarinetto e musica da camera (DELECLUSE, OUBRADOUS) a 18 anni.

Dopo il perfezionamento, è andato a studiare negli Stati Uniti (FORREST).

All'età di 19 anni, Michel ARRIGNON entra a far parte della Jeunesses Musicales World Orchestra, sotto la direzione di Éric LEINSDORF. Dopo un secondo premio al Concorso Internazionale di Musica di Ginevra, a 24 anni, attratto dalla musica del XX secolo, suona con ensemble come Music Alive (D. Masson) e "2e2m" ( P. MEFANO). Nello stesso anno, viene nominato professore al Conservatoire d'Orléans.

Coinvolto da P. BOULEZ nella creazione dell'Ensemble Intercontemporain, suonerà il repertorio del ventesimo secolo e registrerà diversi dischi sotto la sua direzione. Durante questo periodo, esegue numerosi importanti pezzi per clarinetto, tra cui Sequenza VIII di L. BERIO, Latitudes di Ph. FÉNETON, pezzo per clarinetto e trombone di G. GRISEY, Donnerstag aus Licht di K. Stockhausen.

Dopo 7 anni nell'Ensemble Intercontemporain, Michel ARRIGNON entra nell'Orchestra Nazionale dell'Opera di Parigi come clarinetto solista. Per molto tempo, suona con i musicisti più famosi; fa parte del M. Bourgue Wind Ensemble e costituisce il Quartetto O. Messiaen.

Michel Arrignon è stato professore di clarinetto presso il Conservatorio Nazionale di Musica di Parigi dal 1989 al 2009. La sua attività solistica internazionale e didattica si articola tra concerti, masterclass e giurie internazionali.

Dal 2009 è professore alla Scuola di musica Reina Sofia di Madrid.

È anche un collaudatore di Buffet Crampon e ha contribuito allo sviluppo del clarinetto dal 1985.

Nella sua discografia, si notano in particolare le incisione per clarinetto solo di brani di J.M. Singier e P. Burgan, il Concerto in fa minore di CM Weber, il concerto in la per piccolo clarinetto in re di J. Molter, l’Ebony Concerto di I. Stravinsky (EIC P. Boulez) e 2 interpretazioni del concerto di Mozart, una con l'Orchestra del Teatro dell'Opera di Parigi e G. Prêtre, l'altra con l’Orchestra J.F. Paillard, nella sua versione originale per clarinetto di bassetto.

Free Joomla! template by L.THEME